Onda marina

La Commissione Europea attiva misure anticrisi per dare un sostegno finanziario ai settori della pesca e dell'acquacoltura

Data: 29-03-2022

Torna indietro
La Commissione Europea attiva misure anticrisi per dare un sostegno finanziario ai settori della pesca e dell'acquacoltura

Intestazione comunicato stampa

Pesca: la Commissione attiva misure anticrisi per dare un sostegno
finanziario ai settori della pesca e dell'acquacoltura


Bruxelles, 25 marzo 2022


Oggi la Commissione ha deciso di attivare nuove misure anticrisi per sostenere i settori della pesca e
dell'acquacoltura a seguito dell'invasione dell'Ucraina da parte della Russia. Il meccanismo anticrisi
del Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l'acquacoltura (FEAMPA) darà sollievo
immediato agli operatori dei settori della pesca, dell'acquacoltura e della trasformazione dei prodotti
ittici grazie a un indennizzo finanziario per le perdite economiche subite e per i costi aggiuntivi
sostenuti. Permetterà agli Stati membri di concedere sia un indennizzo finanziario agli operatori per il
loro mancato guadagno dovuto all'attuale perturbazione del mercato che "aiuti all'ammasso" alle
organizzazioni di produttori. La misura di oggi si aggiunge al quadro temporaneo di crisi, che
consente agli Stati membri di fornire un sostegno tramite aiuti di Stato.
Il Commissario per l'Ambiente, gli oceani e la pesca, Virginijus Sinkevičius, ha dichiarato: "La
guerra in Ucraina è una guerra contro tutti noi. I nostri settori della pesca, dell'acquacoltura e della
trasformazione sono duramente colpiti dal rincaro dei prezzi dell'energia, dell'ossigeno e delle
materie prime. In questi ultimi anni, dopo la pandemia di COVID-19, ci troviamo per la seconda volta
ad intervenire con prontezza per sostenerli in questo periodo così turbolento. Le misure anticrisi
concepite per questa situazione di emergenza non dovrebbero in alcun modo ostacolare i nostri sforzi
a lungo termine verso una transizione energetica strutturale dei settori della pesca e
dell'acquacoltura che ci permetta di conseguire gli obiettivi del Green Deal europeo."
Possibilità di indennizzo a sostegno dei settori
L'aggressione militare della Russia contro l'Ucraina ha aumentato i prezzi dell'energia e delle materie
prime, generando costi d'esercizio aggiuntivi elevatissimi e comprimendo i margini di profitto nei
settori della pesca, dell'acquacoltura e della trasformazione dei prodotti ittici. Il meccanismo attivato
oggi consente agli Stati membri di ricorrere a due tipi di misure anticrisi:
un indennizzo finanziario agli operatori dei settori della pesca, dell'acquacoltura e della
trasformazione per il mancato guadagno e per i costi aggiuntivi derivanti dall'attuale
perturbazione del mercato; l'indennizzo può coprire i costi energetici aggiuntivi se questi sono
legati alla perturbazione del mercato causata dall'aggressione militare della Russia contro
l'Ucraina;
un indennizzo finanziario alle organizzazioni di produttori che attuano il meccanismo di
ammasso dell'organizzazione comune dei mercati ("aiuto all'ammasso"); il meccanismo di
ammasso consente alle organizzazioni di produttori di immagazzinare i prodotti dei loro
aderenti in modo da garantire che i prezzi di mercato restino su livelli soddisfacenti.
Il meccanismo anticrisi del FEAMPA è una misura temporanea: si applicherà retroattivamente a
decorrere dal 24 febbraio 2022, data di inizio dell'aggressione della Russia contro l'Ucraina, e durerà
fino alla fine del 2022. Gli Stati membri potranno decidere se ricorrervi o meno. In caso affermativo,
dovranno includerla nella prossima versione del loro programma FEAMPA, da presentare alla
Commissione. 
Contesto
Come conseguenza dell'aggressione militare della Russia contro l'Ucraina, molti pescatori stanno
rinunciando ad uscire in mare perché più costoso rispetto al restare fermi in porto. La redditività
dell'intera flotta dell'UE si sta virtualmente azzerando. I pescherecci operanti nel Mar Nero, che sono
esposti anche alla minaccia di eventuali attività militari, hanno sospeso in via precauzionale l'attività.
I settori dell'acquacoltura e della trasformazione stanno risentendo anche del rincaro dei costi
dell'energia e delle materie prime, oltre che dei costi elevati della logistica e dei trasporti. Per il
mercato dei prodotti ittici si prevede uno shock negativo sul versante dell'offerta sia di prodotti ittici
freschi (dell'UE), a causa della decisione di non uscire in mare, sia di alcuni prodotti trasformati o
conservati, a causa della carenza di materie prime.

In linea con il regolamento FEAMPA, la Commissione può attivare il meccanismo di sostegno anticrisi
in caso di eventi eccezionali che causino una perturbazione significativa dei mercati.

 

Piedipagina comunicato stampa

Scarica il comunicato stampa

Piedipagina

FLAG GOLFO DEGLI ETRUSCHI
Largo Felice Cavallotti, 1, 58022 Follonica (GR)
Privacy e Cookie | Preferenze Cookie | Area Riservata

CONTATTI
Tel. +39 0566-59208
E-mail info@flaggolfodeglietruschi.it

Seguici su Facebook Seguici su YouTube Seguici su Instagram

RICERCA NEL SITO